La costruzione dello sguardo

Raccontare storie intime e personali, documentare territori geografici o mutamenti sociali, fare “poesia” o esplorare questioni concettuali, estetiche, filosofiche o persino scientifiche; c’è uno strumento capace di fare tutto questo: il libro fotografico.

A partire da The americans di Robert Frank, il libro fotografico si è affermato sempre più come medium “sporco” e mediano che sta tra “alto” delle gallerie e dei musei e “basso” dei giornali e dei social. Un medium dalle possibilità quasi infinite e dalla capacità onnivora di inglobare temi, approcci e soggetti, che proprio in questi ultimi anni ha trovato nuove strade e una sorta di nuova giovinezza, in linea con l’ubiquità sociale della fotografia e con la grande fioritura di approcci riflessivi al fotografico. Oltre la collezione di singoli scatti e anche oltre la sequenza ordinata per assonanze, per arrivare fino a progetti complessi, vere e proprie sceneggiature visuali capaci di affrontare gli argomenti più disparati attraverso una grammatica delle immagini sempre più ricca e raffinata.

E proprio in questi ultimi anni, in Italia si sono affacciati sul mercato alcuni eccellenti editori indipendenti e” di frontiera”, con una spiccata attitudine allo scouting e capacità di ricerca concettuale e di sperimentazione, con cataloghi estremamente coerenti nelle scelte e stili molto ben definiti. Editori già conosciuti nel mondo, i cui libri vincono premi nel festival di fotografia, ma che il pubblico italiano conosce ancora troppo poco.

Sono i testimoni diretti della ricerca fotografica contemporanea più attuale, a contatto diretto con gli autori e con il pubblico dei fruitori, con chi fa della fotografia uno strumento di conoscenza di sé e del mondo. In questo ciclo alla Libreria Verso di Milano ne incontreremo quattro, accompagnati da fotografi da loro pubblicati: un’occasione unica per indagare il libro fotografico come “macchina di costruzione dello sguardo”, per coglierne la genesi entrando nell’officina in cui i due lati diversi ma comunicanti dell’editore e del fotografo si incontrano e cooperano alla “costruzione del libro”.

25 gennaio ore 19: Urbanautica
Steve Bisson, Santolo Felaco, Alessandro Zanoni

15 febbraio ore 19: Witty Kiwi
Tommaso Parrillo e gli autori di Witty Kiwi

22 marzo ore 19: Rorhof
Michele Degiorgis e gli autori di Rorhof

19 aprile ore 19: Skinnerboox
Milo Montelli e gli autori di Skinnerboox

Leave A Comment